Recap dell’Episodio 2×10: E’ davvero lui il killer?

Immagine.jpg

Il finale di metà stagione ha introdotto il più forte potenziale sospettato fino ad ora, e con “introdotto” intendo che l’assassino era sotto gli occhi delle gemelle per tutto questo tempo.
Proprio quando ho pensato che avevo capito tutto di The Lying Game, il finale primaverile del 12 Marzo ha provato che non si può mai dire cosa avviene dopo a Phoenix. Anche se non abbiamo ancora una risposta definitiva riguardo all’assassino di Derek e Theresa una sorprendente, e sembrerebbe colpevole, parte è emersa come nuovo sospettato questa settimana. Siete pronti?
E’ piuttosto bizzarro…
Non dite che non vi avevo avvisato…

E’ Thayer (Christian Alexander)! Sì, subito dopo che Emma (Alexandra Chando) ha calpestato il suo cuore (arriverò a quello dopo, lo prometto), ha tirato fuori dal suo divano un piede di porco e ha raso al suolo la sua stanza, finendo l’episodio guardando una distrutta fotografia di Emma.

E’ lo stesso piede di porco che ha usato per uccidere Derek? Emma diventerà il suo prossimo obiettivo? Sto avendo grandi flashback di quando si è rivelato che Toby era -A a Pretty Little Liars e non mi sta piacendo. Per niente!

 

Emma (finalmente) sceglie tra Ethan e Thayer!
Dopo una stagione e mezza di emozionante ping pong, Emma finalmente sceglie tra i due uomini della sua vita. Thayer la costringe a prendere una decisione ma, sfortunatamente per lui, lei sceglie Ethan (Blair Redford). “Sei sempre stato tu” gli ha detto. Tristemente, nulla è così semplice in The Lying Game. Ethan le dice che le cose tra loro erano troppo complicate tra lei e la sua famiglia e che quindi non sarebbero potuti stare insieme.

 

Rebecca abbandona la città – o non lo fa?
Quando la polizia trova la collana di Rebecca (Charisma Carpenter) sulla scena dell’omicidio di Theresa, tutti hanno pensato che il caso fosse chiuso. Ma, una veloce chiamata di Alec (Adrian Pasdar) ha avvertito Rebecca dell’imminente pericolo, e lei è riuscita a scappare prima che la polizia arrivasse a casa.

Si è incontrata con Jordan (Ryan Rottman) all’aeroporto, e quando lui si è rifiutato di andare con lei, lei lo ha minacciato di dire alle autorità ciò che aveva fatto a suo fratello a Los Angeles. (Quale fratello? Cos’è successo a Los Angeles? Cosa sta succedendo?) Tutte queste domande hanno avuto risposta quando la polizia ha arrestato Jordan per l’omicidio del fratello. Ok, forse non hanno proprio avuto una risposta, ma almeno erano un po’ più chiare.

 

Anche Alec è morto?
Ricordate quando ho detto che Rebecca aveva lasciato la città? Non ero l’unico a credere che l’avesse fatto. Rebecca ha sorpreso Alec sul tetto durante il memoriale di Theresa, e dopo avergli detto che sospettava che il killer fosse Thayer, l’ha spinto sul lucernario. E’ caduto con un certo tonfo, sul serio, la sua capacità di volare da Heroes sarebbe stata a portata di mano, ed è rimasto a sanguinare sul pavimento.

Ma è davvero morto?

Recap dell’Episodio 2×10: E’ davvero lui il killer?ultima modifica: 2013-03-14T20:07:32+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Recap dell’Episodio 2×10: E’ davvero lui il killer?

  1. Ma quale motivo potrebbe aver avuto Thayer per uccidere Derek e Theresa? Non mi viene in mente proprio nulla..

    • Secondo me Thayer non c’entra con gli omicidi di Derek e Theresa perchè sono fermamente convinta che sia stato Alec ma sono anche convinta che a buttare giù dal tetto Alec non sia stata Becca ma proprio T. 🙂

  2. Secondo me Thayer non è il colpevole. Ricordiamoci che nella 2×09 Alec gli ha chiesto di “unirsi” a lui e di fare alcune cose per lui che potrebbero essere rubare la collana da casa di Rebecca e custodire l’arma del delitto :’)
    Che Thayer abbia difficoltà a sfogare la rabbia si sa già da inizio stagione ma il comportamento strano e ambiguo è iniziato da questi ultimi due episodi. Anche perchè sempre stato lui il primo a voler indagare, trovare l’assassino e aiutare in merito.
    Penso quindi ci vogliano depistare come hanno fatto in passato con Alec e con Rebecca. Quante prove ci avevano fornito per dimostrare la loro colpevolezza? Tante, eppure…
    I giochi sono ancora aperti.

I commenti sono chiusi.